18/11/2019
Nella Giornata Mondiale del Povero l’Arcivescovo Bertolone ha benedetto le nuove sedi dell’ “Oasi di Misericordia”e della “Tenda di Mamre”

“La speranza dei poveri non sarà mai delusa (Sal 9,19). Le parole del Salmo manifestano un’incredibile attualità, esprimono una verità profonda che la fede riesce ad imprimere soprattutto nel cuore dei più poveri: restituire la speranza perduta dinanzi alle ingiustizie, sofferenze e precarietà della vita”. Queste le parole del Santo Padre per la terza giornata Mondiale del Povero che si è celebrata  il  17 Novembre. Per tale circostanza, nella mattinata di sabato 16 novembre a Catanzaro, in Via Carlo V, l’Arcivescovo Bertolone ha benedetto le nuove sedi dell’ “Oasi di Misericordia”, struttura di accoglienza per indigenti e poveri della strada, e della “Tenda di Mamre”, casa per adulti in difficoltà (uomini e donne). Le strutture socio-assistenziali saranno gestite dalla Fondazione Città Solidale in due grandi appartamenti messi a disposizione dall’Arcidiocesi per l’accoglienza di persone in difficoltà socio-economica.  Si tratta di servizi offerti gratuitamente alle persone più povere, in particolare a quelle senza fissa dimora, un modo per dare forma concreta alla carità e, al tempo stesso, intelligenza alle opere di misericordia, per restituire dignità a tante persone che sono nostri fratelli e sorelle, e per costruire una città sempre più accogliente e solidale.   L’avvio di questi servizi nella città capoluogo è un primo frutto concreto della lettera dell’Arcivescovo: “Con la speranza nel cuore, a mani vuote, sulla via della povertà, seguendo Gesù Cristo”, indirizzata alla Diocesi in occasione della giornata mondiale del povero. Nella lettera il presule invita tutti i credenti e le comunità parrocchiali ad avere a cuore le sorti dei più deboli, a riconoscere nei poveri il volto di Cristo povero e a mettersi fattivamente al servizio dei più ‘piccoli’. Una sfida, dunque, lanciata alla Chiesa di Catanzaro-Squillace e agli uomini e donne di buona volontà perché sostengono l’Oasi di Misericordia – affidata alla protezione del beato Giacomo Cusmano -, anche offrendo un “Boccone” per i poveri che essa ospiterà.  La Fondazione Città Solidale, realtà operativa di questa Chiesa locale, gestendo questi servizi in collaborazione con la Cooperativa Tra Cielo e Terra, continuerà ad essere segno tangibile di una carità fattiva, creativa e puntuale. "Invito tutti i credenti e le comunita' parrocchiali - ha detto monsignor Bertolone durante la benedizione - a fare di queste due strutture il cuore della citta' e a prendersi cura delle sorti dei piu' deboli, a riconoscere nei poveri il volto di Cristo povero e a mettersi fattivamente al servizio dei piu' 'piccoli'.  A gestire l'"Oasi della Misericordia" e la "Tenda di Mamre", che possono accogliere complessivamente 20 ospiti, è la fondazione "Citta' solidale" guidata da don Piero Puglisi, da oltre 30 anni attiva nel campo delle politiche sociali nel capoluogo calabrese. "Si tratta - ha spiegato don Puglisi - di servizi offerti gratuitamente alle persone piu' povere, in particolare a quelle senza fissa dimora, un modo per dare forma concreta alla carita' e, al tempo stesso, intelligenza alle opere di misericordia, per restituire dignita' a tante persone che sono nostri fratelli e sorelle, e per costruire una citta' sempre piu' accogliente e solidale". I servizi saranno gestiti in convenzione con il Comune di Catanzaro, che all'inaugurazione e' stato rappresentato dall'assessore alle Politiche sociali, Lea Concolino: "Con il nostro apporto - ha riferito la Concolino - vogliamo rafforzare il messaggio di una citta' sempre piu' solidale e attenta ai bisogni dei piu' deboli". A tutta la comunità diocesana l’Arcivescovo Bertolone ha chiesto sensibilità e collaborazione concreta: “Invito tutti i parroci, le aggregazioni laicali, le confraternite, le catechiste, i catechisti, tutti i fedeli a fare qualcosa per i fratelli più poveri in ogni parrocchia e poi ad offrire “Un Boccone” all’Oasi della Misericordia (un cesto di viveri a lunga scadenza, un’offerta in denaro,.....)”.