29/01/2019
Accoglienza ai sordi nel nome di san Francesco di Sales

Come ogni anno, la festa di San Francesco di Sales, patrono dei sordi, è celebrata con grande devozione dalle persone sorde di Catanzaro e del territorio circostante. È un momento di preghiera, di incontro, di gioia e di comunione reale tra di loro e la comunità parrocchiale di Santa Maria del Carmelo, in Catanzaro, che li accoglie con tanto rispetto e attenzione, non solo in questa circostanza, ma più volte all’anno e da diversi anni. 
Questo luogo è diventato per loro una “casa” dove si sentono accolti, valorizzati, amati e accompagnati nel loro cammino di fede, grazie alle premure del parroco, anche loro assistente spirituale, e della comunità tutta che si prodiga per rendere queste celebrazioni vive e piene di calore. I bambini ed i ragazzi hanno imparato la Lingua Italiana dei Segni (LIS) per segnare i canti e renderli pienamente partecipi della celebrazione,  i fedeli li accolgono con tanto amore, i bambini sono attenti alle novità del linguaggio. È una bella esperienza di integrazione e di comunione, come i sordi stessi sottolineano a più riprese.
D’altronde ciò che spingeva san Francesco di Sales era l’amore per Gesù e la volontà di comunicare la bellezza e la verità del suo vangelo che libera e che salva. Lo stesso amore che muove la comunità parrocchiale a farsi vicina a questi nostri fratelli in Cristo, con i quali camminare, insieme alla Vergine Maria,  verso Cristo, nella Chiesa e nella vita.